CONSEGNA IN 24/48 ORE
SPEDIZIONE GRATIS IN ITALIA DA 39,90€

< indietro

Quale crema solare scegliere per il Surf o gli sport acquatici?

Per chi ha l’abitudine di restare lunghe ore in acqua, durante tutto l’anno, proteggere la pelle è essenziale. I Surfer e tutti gli sportivi (o lavoratori) che vivono il mare come parte integrante della propria vita, sono ancora più esposti all’esposizione del sole, infatti la superficie marina intensifica del 25% gli effetti e l’irraggiamento UV, con conseguenze ancor più negative.

Quali sono i criteri più importanti da prendere in considerazione per scegliere la crema solare più adatta per un Surfer?

1. Dev’essere efficace appena applicata.
La maggior parte delle creme composte da filtri solari chimici, sono attive dopo 30 minuti dall’applicazione. Il tempo necessario al prodotto per essere assorbito. Non appena si entra in acqua i raggi solari aggrediscono fortemente l’epidermide. Per questo è facile prendere una insolazione prima ancora che il filtro chimico sia attivo. È meglio quindi preferire un filtro minerale, già attivo al momento dell’applicazione, che agisce come uno specchio bloccando e riflettendo i raggi solari.

2. È necessario che la crema sia molto resistente all’acqua.
Non farti ingannare, non tutte le creme sono uguali e non tutte sono efficaci allo stesso modo. Per rimanere protetti durante le uscite in mare è necessario utilizzare creme solari con il più alto grado di resistenza all’acqua. Inoltre il nostro consiglio è quello di valutare ogni due ore se sia necessaria una nuova applicazione.

3. Una crema facile e veloce da applicare.
Nessuno vuole perdere un’ora per spalmare la crema solare prima di un’uscita in mare; per questo motivo spesso ci proteggiamo male e malvolentieri. Un’idea ed una soluzione interessante è lo Stick SPF 50+, veloce, visibile (con traccia bianca) e ad altissima efficacia e resistenza.

4. Proteggi la tua pelle proteggendo l’Oceano.
È confermato, gli ingredienti ed i filtri chimici che compongono la maggior parte delle creme solari presenti sul mercato sono nocivi per la barriera corallina e per l’ambiente marino… Per evitare questi componenti, è meglio scegliere creme solari bio con filtri minerali, inoffensivi per la biodiversità.
Essendo noi stessi amanti del mare e del Surf, abbiamo creato la linea solare Alga Maris nel pieno rispetto di questi criteri. Puoi scoprire tutti i prodotti che abbiamo pensato per te nel nostro e-shop >>

Ora la tua pelle può andare in mare serenamente!


Qualche consiglio per proteggere la pelle anche in caso di attività in acqua fredda!

Anche se siamo in un periodo di cambi climatici e le stagioni sono un po’ confuse, l’inverno con le sue temperature rigide si fa sempre sentire… Anche sulla pelle. Ma se siamo tipi temerari non solo ci esponiamo al freddo ed al vento sulla spiaggia, ma anche in acqua! Il freddo infatti non scoraggia i surfisti più esperti, i quali non si preoccupano del clima, quando devono dedicarsi alla loro passione!
Ecco alcuni consigli per navigare in acque sicure.

Attenzione ai raggi UV!
Anche d’inverno la protezione dai raggi UV è estremamente importante. Anche se l’indice UV è inferiore rispetto all’estate, gli effetti dannosi sulla pelle si sentono comunque. Non prendere scottature solari non vuol dire che l’esposizione al sole sia senza rischi. Gli UVA, i cui effetti sono a prima vista invisibili, sono responsabili dell’invecchiamento precoce della pelle.
Inoltre, in condizioni di tempo nuvoloso, la maggior parte dei raggi UV non viene filtrata. Assicurati quindi di utilizzare una crema solare protettiva anche a basso SPF.

Dopo l’attività sportiva in acqua non dimenticare di idratare la pelle.
Salsedine, freddo, vento… Tanti fattori che possono facilmente irritare la pelle o disidratarla, causando poi quella fastidiosa sensazione di prurito e secchezza. Per evitare questo, dopo ogni giornata di sport al mare, assicurati di idratare la pelle con una crema idratante, un olio o un fluido dopo sole.

Proteggi la tua pelle, ma non solo!
Ovviamente proteggere la pelle non è l’unica precauzione da prendere prima di tuffarsi in acqua d’inverno. Un lungo riscaldamento, l’uso di tappi per le orecchie, la muta e indumenti protettivi (soprattutto) per la zona della testa, possono evitare alcuni inconvenienti come il “Brain Freeze” o “Ice Cream Headache”, quel mal di testa fortissimo che alle volte proviamo quando mangiamo un gelato velocemente. 😉.